NOCELLARA DEL BELICE

Cultivar autoctona della Sicilia

NOCELLARA DEL BELICE

Cultivar autoctona della Sicilia

La varietà di olive Nocellara del Belice è una cultivar autoctona della Sicilia, terra d’origine di molte pregiate cultivar, come Cerasuola e Biancolilla, nonché regione tra le maggiori produttrici di olio extravergine insieme a Puglia e Calabria. Il nome Nocella del Belice deriva dalla forma sferica del frutto e dalla zone di origine della cultivar: la Valle del Belice. La cultivar ha una storia antica e un secolare legame con la terra di Sicilia. Le prime coltivazioni di Nocellara del Belice risalgono ai tempi della Magna Grecia e furono introdotte in Italia nel VII secolo a.C dalla colonia greca di Selinunte. In pochi decenni la varietà si diffuse nelle province di Trapani, Palermo e Agrigento, dove prospera ancora oggi. La Nocellara del Belice è una delle migliori cultivar italiane per olive da tavola, ma produce anche un olio extravergine di grande qualità.

Olio extravergine ottenuto
in prevalenza da cultivar Nocellara del Belice

Dalla lavorazione delle olive della cultivar Nocellara del Belice
si ottengono pregiati oli extravergini di oliva DOP e IGP
olio-extravergine-igp-sicilia
Fruttato medio equilibrato nei sentori dolci ed erbacei di pomodoro verde ed erba fresca
e nella sensazione di amaro e piccante. Perfetto l’abbinamento con grigliate di pesce,
formaggi freschi e sughi a base di verdure.
olio-extravergine-dop-valli-trapanesi
Fruttato medio con leggera sensazione di amaro e piccante caratterizzato da un sentore
dolce di mandorla e note erbacee di carciofo. Ottimo da gustare su marinate di pesce azzurro,
tonno ai ferri e verdure grigliate.

Primoli innova il mercato con una gamma di oli extravergini di oliva prodotti e imbottigliati nelle più prestigiose zone di origine italiane.