SARDEGNA

Olivicoltura e olio extravergine DOP: genuino sapore sardo

SARDEGNA

Olivicoltura e olio extravergine DOP: genuino sapore sardo

Calette e golfi si susseguono lungo la costa, mentre il mare cristallino accarezza il litorale; nell’entroterra, il suolo granitico, ricco di minerali. Questa è la Sardegna, terra sferzata dal vento e arsa dal sole, ma incredibilmente fertile per l’olivo che qui prospera in quello che ha eletto a suo habitat naturale.

L’olivo fu introdotto in Sardegna ad opera di popolazioni di origine minoica ed esistono testimonianze archeologiche che dimostrano come la coltura dell’olivo e la cultura dell’olio fossero già ben radicate in Sardegna all’epoca della civiltà Nuragica. Quest’antica tradizione continua forte e viva grazie agli sforzi degli olivicoltori che ogni giorno accolgono l’impegnativa sfida di far crescere alberi d’olivo forti e sani in una regione avara d’acqua.

Ancora oggi l’olivicoltura in Sardegna segue il ritmo della natura. La raccolta delle olive viene effettuata direttamente dall’albero, a mano o con mezzi meccanici, nel periodo compreso tra l’invaiatura e non oltre il 31 gennaio.

Il risultato sono campi di ulivi che ricoprono colline e vallate a perdita d’occhio, con siepi di lentischio e mirto a delimitarne i confini.

La Bosana è la varietà di oliva più diffusa in Sardegna. La si trova soprattutto al centro-nord, nelle zone di Alghero, Nurra, Marghine, Planargia e Sassari, ma è presente, anche se in misura minore, nella regione centro-meridionale della Sardegna.

Il nome, Bosana, potrebbe derivare da Bosa, cittadina situata sulla costa ovest, a sud di Alghero, ma si tratta di un’etimologia incerta.

Quel che è sicuro è che dalle olive della cultivar Bosana si ricava un olio pregiatissimo, che sorprende il palato con la sua forte identità.

L’Olio Extravergine di Oliva Sardegna DOP rappresenta l’eccellenza del territorio. Il riconoscimento di Denominazione di Origine Protetta impone che il DOP Sardegna sia prodotto e imbottigliato entro i confini regionali, in quelle aree a vocazione olivicola che vanno dalla costa al pieno entroterra sardo.

Il DOP Sardegna è un extravergine dagli alti standard organolettici: il suo sapore è esaltato dall’uso a crudo e l’aroma fruttato che lo caratterizza sublima piatti di carne quali l’arrosto di maiale e l’agnello al forno.

L’extravergine PrimOli,
il sapore autentico della Sardegna

Extravergine fruttato medio con note di amaro e piccante che sorprendono il palato. Ottenuto in prevalenza dalla spremitura di olive della varietà autoctona Bosana.

Primoli innova il mercato con una gamma di oli extravergini di oliva prodotti e imbottigliati nelle più prestigiose zone di origine italiane.

CONTATTI

Informazioni

Inviaci una richiesta

* Compilando questo form si accettano le condizioni contenute nell’ informativa sulla Privacy