LIGURIA

Olio extravergine e olivicoltura eroica

LIGURIA

Olio extravergine e olivicoltura eroica

Aspra e difficile, la terra della Liguria insegna da secoli la pazienza e l’arte di arrangiarsi. Se l’olivicoltura ha potuto prosperare è appunto grazie all’ingegno dei liguri che hanno escogitato la tecnica dei terrazzamenti.

Il paesaggio della Liguria si presenta per sua natura scosceso verso il mare e avaro di spazio. Per conquistare preziosi metri quadrati per la coltura dell’olivo e per l’agricoltura, l’uomo ha quindi agito sul territorio creando le migliaia di chilometri di muretti a secco che tutt’oggi puntellano le esigue lingue di terra cui si aggrappano le radici dell’olivo.

Quello tra olivo e Liguria è un legame che vanta oltre duemila anni di storia. Le prime forme di coltivazione dell’olivo s’imposero in territorio ligure con la colonizzazione romana, ma i Liguri già conoscevano l’olio commercializzato dagli Etruschi e prodotto nelle colonie greche.

Oggi la coltura dell’olivo e la produzione d’olio si estende pressoché a tutta la regione. Sono infatti molte le varietà di olive coltivate in Liguria: Arnasca, Pignola, Colombaia, Carparina, Olivotto, Lavagnina, Razzola, Prempesa, Lantesca, Castelnovina e altre ancora. Tra tutte, spicca per notorietà e pregio l’autoctona varietà Taggiasca originaria della Riviera dei Fiori dalla quale si ottiene il pregiato Riviera Ligure, un extravergine a Denominazione di Origine Protetta.

 

L’olio ligure DOP, prezioso frutto della Riviera dei Fiori

La Riviera dei Fiori è quella magnifica porzione di costa situata in provincia di Imperia e compresa nel ponente ligure. Il primo olivo giunse in questa zona di mondo grazie ai monaci di San Colombano provenienti dall’isola di Lerino, nella vicina Provenza, e vi prosperò grazie al clima mite offerto dal mare e al terreno fertile.

Furono però i monaci benedettini di Taggia, attraverso ibridazioni e innesti, a selezionare e perfezionare la cultivar Taggiasca che porta il nome del luogo in cui nacque.

La Taggiasca è una varietà di olive resistente alle intemperie e ai parassiti; di piccole dimensioni, ma dalla resa eccezionale. Quando i frutti sono al punto giusto di maturazione, inizia la raccolta che, come vuole la tradizione e per evitare di danneggiare le preziose olive, avviene a mano o con mezzi meccanici direttamente dalla pianta.

L’olio ottenuto dalla lavorazione delle olive taggiasche è l’extravergine Riviera Ligure, prodotto e imbottigliato entro i confini della provincia di Imperia. Un olio che per il suo sapore delicato contrasta con l’asperità del paesaggio ligure, ma che da quel territorio deriva tutte le sue qualità. Dal 1997 il Riviera Ligure è infatti riconosciuto Denominazione di Origine Protetta e soltanto le bottiglie di olio extravergine ottenuto da oliveti coltivati ad oliva taggiasca per almeno il 90% possono fregiarsi del marchio DOP.

L’extravergine PrimOli,
il sapore autentico della Liguria

Olio extravergine dal sapore fruttato leggero ottenuto da olive della cultivar Taggiasca.
Prodotto in provincia di Imperia secondo tradizione.

Primoli innova il mercato con una gamma di oli extravergini di oliva prodotti e imbottigliati nelle più prestigiose zone di origine italiane.

CONTATTI

Informazioni

Inviaci una richiesta

* Compilando questo form si accettano le condizioni contenute nell’ informativa sulla Privacy